GHISE

Le ghise sono leghe del ferro contenenti carbonio, silicio ed altri elementi (alliganti, ovvero soluti) in minori quantità. Sono prodotte in enormi quantitativi ogni anno dato il loro ampio utilizzo anche come materiale di partenza per ottenere l’ancor più richiesto acciaio. Quest’ultimo è a sua volta una lega del ferro che, a differenza della ghisa che ha un contenuto carbonioso del 2-4%, presenta un tenore di carbonio al massimo dell’1-1.5%. Leggi tutto “GHISE”

SEMICONDUTTORI ESTRINSECI

La conducibilità elettrica dei semiconduttori può essere opportunamente fatta variare attraverso un processo di drogaggio (doping) , che consiste nell’introduzione di impurezze nella struttura del semiconduttore originale. Possiamo ottenere in tal modo quelli che vengono considerati semiconduttori estrinseci o appunto semiconduttori drogati.

Ci siamo già occupati dei semiconduttori intrinseci nel precedente articolo, dove abbiamo analizzato il caso del silicio : se puro a sufficienza, la conducibilità elettrica misurata è esclusivamente dovuta ad elettroni disponibili alla conduzione originati da rottura di legami, con conseguente formazione di coppie di trasportatori elettrone-lacuna in numero proporzionale alla temperatura.

Facendo ancora riferimento al silicio, i semiconduttori estrinseci detti di tipo “n” (negativi) sono il risultato dell’introduzione di atomi pentavalenti (fosforo, per esempio) Leggi tutto “SEMICONDUTTORI ESTRINSECI”