SCAMBIATORI DI IONI

Gli scambiatori di ioni sono sostanze di origine  naturale o sintetica tra i cui utilizzi principali c’è quello del trattamento delle acque. Infatti per tanti scopi, specie industriali, è importante avere un bassissimo contenuto di certi sali nell’acqua ; gli scambiatori tendono a catturare taluni ioni rilasciandone altri , in genere piccoli, come ad esempio Na, ma anche anioni.

In passato si è fatto ricorso principalmente alle zeoliti naturali, Leggi tutto “SCAMBIATORI DI IONI”

EQUAZIONE DI DEBYE-HUCKEL

Per il calcolo dei coefficienti di attività di specie ioniche in una soluzione esistono varie equazioni, ma la più nota è quella di Debye-Huckel. Per uno ione di generica carica l’equazione di Debye-Huckel assume questa forma :

– log γ =  A z2 (√μ / 1 + Bd√μ)  dove √μ = radice quadrata della forza ionica , z= carica ionica e , nel caso di solvente acquoso possiamo ritenere Leggi tutto “EQUAZIONE DI DEBYE-HUCKEL”

IDROLISI SALINA

Molti sali possono dar luogo alla variazione del pH di una soluzione dato che la loro dissoluzione determina la formazione di ioni con certe caratteristiche. Più precisamente gli ioni (cationi o anioni) in questione possono reagire con l’acqua causando la variazione del  pH perchè corrispondono ad acidi o basi coniugate rispettivamente di basi o acidi deboli. Esaminando i seguenti quattro casi di tali reazioni definite di idrolisi la situazione sarà più chiara.

 

Caso 1. Neutralità. Molti sono i sali che sciolti in acqua non modificano affatto Leggi tutto “IDROLISI SALINA”

DUREZZA DELL’ACQUA

Intendiamo per durezza dell’acqua la quantificazione del contenuto di sali di calcio e magnesio complessivamente presenti. In particolare la concentrazione dei bicarbonati Ca(HCO3)2 e Mg(HCO3)2 determina ciò che viene considerata durezza temporanea, vista la possibilità di eliminazione con la semplice ebollizione. Si tratta infatti di sali solubili a temperatura ambiente, ma a temperature più alte la loro precipitazione dà luogo al famoso e potenzialmente dannoso calcare.

La durezza permanente, invece, è causata da altri sali , in particolare cloruri, nitrati e solfati, che sono eliminabili con Leggi tutto “DUREZZA DELL’ACQUA”

ACIDI E BASI HARD E SOFT

Esiste una possibile classificazione degli acidi e delle basi che fa uso degli aggettivi hard e soft, dovuta al chimico Pearson, e che può essere in qualche modo considerata un prolungamento della teoria degli acidi e basi secondo Lewis: a proposito rivediamola rapidamente.

Secondo la definizione di Lewis è acida una sostanza in grado di accettare una coppia di elettroni, una base invece è un donatore di una coppia elettronica. Risulta piuttosto chiaro che i numerosi possibili cationi ottenibili dai metalli per cessione di elettroni sono acidi di Lewis, ma lo sono anche specie molecolari dove l’atomo centrale presenta un ottetto non completo, ad esempio il BF3 , o ancora una molecola il cui atomo centrale può dare un espansione dell’ottetto, come nel caso di SO3. Leggi tutto “ACIDI E BASI HARD E SOFT”

IL LEGAME METALLICO

Mercurio a parte, sappiamo che i metalli a temperatura e pressione ambiente sono solidi con proprietà già descritte in un articolo precedente. Gli atomi che formano la struttura cristallina sono disposti in posizioni ben definite e formano un reticolo a tre dimensioni caratterizzato da un impacchettamento molto efficace, con pochi spazi vuoti. I nodi del reticolo cristallino non sono però atomi neutri, ma atomi che hanno perso uno o due elettroni, ovvero cationi. Leggi tutto “IL LEGAME METALLICO”