SINTESI DEL CICLOESANO

Il benzene è notoriamente un composto poco reattivo ma la sua riduzione a cicloesano è una reazione di grande interesse industriale visto l’ampio utilizzo di alcuni suoi derivati come il cicloesanolo e il cicloesanone per la produzione di importanti precursori di varie resine. L’idrogenazione del benzene , reazione a meccanismo radicalico, deve essere opportunamente catalizzata: la scelta del catalizzatore e del solvente dipende dalle condizioni di temperatura e pressione. Se si opera a temperature alte (oltre 100°C) e a pressione dell’ordine di 100-150 atm , può essere utilizzato il meno costoso nichel e solvente etanolo, altrimenti a temperature più basse bisogna far ricorso al platino:

 

riduzione del benzene
Idrogenazione catalitica del benzene

 

Il cicloesano Leggi tutto “SINTESI DEL CICLOESANO”

CLASSIFICAZIONE DEI CATALIZZATORI

La più importante tra le possibili distinzioni da farsi è tra catalizzatori omogenei ed eterogenei. Nel primo caso reagenti, prodotti e catalizzatore sono nella stessa fase ovvero troviamo una distribuzione uniforme del catalizzatore in tutto l’ambiente di reazione.

Nel secondo caso invece catalizzatore, reagenti e prodotti non sono nello stesso stato di aggregazione: ad esempio reagenti e prodotti si trovano in soluzione acquosa ma il catalizzatore è  solido. La questione fondamentale da comprendere è la distribuzione non  uniforme del catalizzatore, inoltre gioca un ruolo essenziale la superficie effettivamente attiva dello stesso, avendo a che fare con una reazione che avviene in corrispondenza dell‘interfase tra le particelle catalitiche e i reagenti. Leggi tutto “CLASSIFICAZIONE DEI CATALIZZATORI”