IDROGENAZIONE DEGLI ALCHINI

Alcheni ed alchini sono accomunati da una reattività simile ed in modo particolare dal meccanismo di apertura del legame multiplo che vede in gioco un’ addizione elettrofila oppure radicalica.

La questione principale da tenere a mente è quella che esistono reazioni di addizione spinte a sufficienza da portare ad un prodotto non più insaturo oppure reazioni che si fermano al prodotto alchene, evitando quindi l’apertura  del secondo legame carbonio-carbonio.

Possiamo osservare questa differenza ad esempio nelle reazioni di idrogenazione degli alchini. Riducendo un alchino in presenza di Leggi tutto “IDROGENAZIONE DEGLI ALCHINI”

INVECCHIAMENTO DEI CATALIZZATORI

Il tempo di vita di un catalizzatore è estremamente variabile, proprio come molto variabili sono le condizioni scelte per  una reazione catalizzata. Per invecchiamento o disattivazione del catalizzatore intendiamo un declino delle funzioni dello stesso, in particolare una graduale perdita dell’attività e selettività, derivante da una serie di fattori, tra cui ad esempio c’è l’eventuale forte esotermicità di reazione.

Se il calore sviluppato porta al forte riscaldamento della superficie catalitica o parti di essa, possiamo aspettarci una serie di fenomeni, come deformazione della struttura porosa e variazioni nella sua struttura cristallina ovvero  sinterizzazione, che comportano una diminuzione della superficie cataliticamente attiva.

Prima del suo utilizzo un catalizzatore potrebbe aver bisogno di un processo di attivazione. Un catalizzatore nuovo potrebbe infatti paradossalmente avere una scarsa attività, Leggi tutto “INVECCHIAMENTO DEI CATALIZZATORI”

CLASSIFICAZIONE DEI CATALIZZATORI

La più importante tra le possibili distinzioni da farsi è tra catalizzatori omogenei ed eterogenei. Nel primo caso reagenti, prodotti e catalizzatore sono nella stessa fase ovvero troviamo una distribuzione uniforme del catalizzatore in tutto l’ambiente di reazione.

Nel secondo caso invece catalizzatore, reagenti e prodotti non sono nello stesso stato di aggregazione: ad esempio reagenti e prodotti si trovano in soluzione acquosa ma il catalizzatore è  solido. La questione fondamentale da comprendere è la distribuzione non  uniforme del catalizzatore, inoltre gioca un ruolo essenziale la superficie effettivamente attiva dello stesso, avendo a che fare con una reazione che avviene in corrispondenza dell‘interfase tra le particelle catalitiche e i reagenti. Leggi tutto “CLASSIFICAZIONE DEI CATALIZZATORI”