LITIO ALLUMINIO IDRURO

Il LiAlH4 è noto anche col nome IUPAC litio tetraidroalluminato , un composto ionico costituito dallo ione Li+ e dall’anione tetraedrico AlH4- . Quest’ultimo  presenta una struttura geometrica che ricorda decisamente quella del metano , con un angolo di legame di 109,5° , con una carica negativa che ha origine in un legame dativo che uno solo degli idrogeni forma con un orbitale 3p vuoto dell’alluminio.

litio alluminio idruro struttura
litio tetraidroalluminato

Abbiamo a che fare con un solido che, se puro a sufficienza, presenta colorazione bianca.

Può essere preparato secondo la seguente reazione:

4 LiH + AlCl→ LiAlH+ 3 LiCl

Il tricloruro di alluminio va sciolto in etere dietilico anidro e, soprattutto, bisogna lavorare in atmosfera inerte. Infatti una questione fondamentale è la reazione violenta che il LiAlH4 dà con l’acqua:

LiAlH4 + 4H2O  → LiOH + Al(OH)3 + 4 H2

E’ necessario ricordare, per tal motivo, che le reazioni che riguardano questo diffuso reagente riducente vanno condotte in condizioni di atmosfera inerte (spesso N2) e solvente anidri .

Ancora a proposito di reattività, eventuali incendi provocati dal LiAlH4 non vanno spenti con l’acqua, nemmeno con gli estintori o  con sabbia ,ma con solidi anidri. L’uso del Litio alluminio idruro nella pratica di laboratorio presuppone la conoscenza delle problematiche di sicurezza di questo come di tutti gli altri reagenti usati in  laboratorio: si tratta infatti di un solido infiammabile anche per sfregamento. Non a caso viene commercializzato in sacchetti di plastica che lo isolano dall’umidità.

 

Veniamo ora agli usi. Il litio tetraidroalluminato è un forte agente riducente, uno dei più utilizzati su piccola scala, ovvero nei laboratori universitari e dei centri ricerca, di particolare utilità in una miriade di sintesi organiche. A partire da aldeidi, chetoni, acidi carbossilici ed esteri si possono ottenere alcoli, oppure da ammidi, immine, nitrili ed altri composti azotati .

Chimitutor -14 Giugno 2017