FORZA DEGLI OSSIACIDI

E’ possibile effettuare un confronto tra la forza di diversi ossiacidi di formula generale HnAOm (acidi ternari) se teniamo conto essenzialmente di tre cose: elettronegatività dell’atomo A , numero degli atomi di ossigeno e differenza tra il numero di atomi di ossigeno e di idrogeno (m – n).

Una prima diffusa categoria di ossiacidi da considerare è quella caratterizzata da un ugual numero di atomi di idrogeno, uguale atomo A ma che differiscono per numero di atomi di ossigeno. Questo è il caso, per esempio, degli acidi di formula HXOm , con X alogeno. In questo caso, all’aumentare di m, cresce anche il numero di ossidazione dell’atomo A e quindi, come conseguenza dell’aumento dell’effetto induttivo elettron-attrattore, gli atomi di idrogeno dei gruppi -OH sono più facilmente rilasciabili.

La maggiore forza degli acidi in questione al crescere del numero di atomi di ossigeno va spiegata anche in termini di stabilizzazione della base coniugata per effetto di risonanza.

Consideriamo adesso un confronto tra acidi il cui numero di atomi di idrogeno ed ossigeno sia uguale, ma dove la differenza consiste solo nell’atomo centrale A. In tal caso ci focalizzeremo sull’elettronegatività di A considerando, al crescere del valore di tale grandezza, un aumento della forza acida dovuta all’aumento di polarità dei gruppi -OH.

Infine terremo eventualmente conto della differenza tra atomi di ossigeno ed idrogeno (m-n) presenti in un generico acido e del fatto che, se m-n è maggiore o uguale a due, l’acido in questione è decisamente forte.

Chimitutor -13 Ottobre 2018